Menu Chiudi
Posted in Idee di viaggio

Siviglia: 10 cose da vedere e fare nella città andalusa

CONDIVIDI SU:

Situata nella zona nord-ovest della Spagna, capoluogo della regione dell’Andalusia, Siviglia sorge sulle rive del fiume Guadalquivir. Famosa soprattutto per il flamenco, conta più di 680 mila abitanti ed è la quarta città spagnola per popolazione.

 

10 cose da vedere e fare a Siviglia

Siviglia è una delle città più visitate della Spagna, grazie soprattutto all’unione delle diverse civiltà che l’hanno dominata e resa quel che è. Il suo patrimonio artistico riunisce Europa, America e Africa. Ma cosa c’è di bello nella città capoluogo dell’Andalusia ? Scopriamolo insieme.

 


Plaza de España

Nel 1929 a Siviglia, in occasione dell’Esposizione Iberoamericana, fu costruita la Plaza de España, progettata da Aníbal González e con una superficie di 50mila metri quadrati in stile neoclassico-rinascimentale.

Plaza de España a Siviglia

 

La sua forma semicircolare fu voluta per richiamare in un unico abbraccio le nuove colonie della Spagna.


È formata da edifici di mattoni, 2 torri, un canale lungo 515 metri, e 4 ponti che simboleggiano gli antichi regni di Spagna. Le 58 panchine, invece, rappresentano le province spagnole e il Palacio Español, simbolo del prestigio della potenza mondiale della nazione.

 

I Palazzi Reali di Siviglia

I Palazzi Reali (Reales Alcazares), con il loro mix di stili neoclassico e islamico, sono i monumenti principali di Siviglia, che ancora oggi ospitano il re di Spagna quando è in città.

Reales Alcazares


 

Accanto ai meravigliosi colori dell’Alcázar, l’antica fortezza araba costruita nel 912, sorge il Palazzo di Carlos V.

Qui potete ammirare una collezione di bellissimi arazzi che raffigurano la conquista di Tunisi e, da qui, arrivate direttamente ai Giardini dell’Alcazar, perfetto mix di stili romanico e rinascimentale.

 

La Cattedrale de Santa Maria

Lunga 126 metri, larga 83, con 5 navate interne in stile gotico e due cappelle, la Cattedrale de Santa Maria di Siviglia è considerata il secondo monumento più importante del mondo cristiano, dopo la Basilica di San Pietro.

cattedrale di siviglia

 

Le due cappelle interne sono la Reale, con una favolosa cupola rinascimentale, e la Maggiore, con i dipinti che raffigurano la vita di Cristo e della Vergine.


La Cattedrale fu costruita nel luogo in cui, fino al XV secolo, sorgeva la Moschea Mayor, della quale sono tuttora esistenti solo alcuni resti del Patio de los Narajos e la Giralda.

 

La Giralda

La Giralda è la torre campanaria della Cattedrale de Santa Maria di Siviglia.

la giralda

 

È alta 96 metri e deve il suo nome a El Giraldillo, la statua della Fede che vi si trova in cima, gira su se stessa in base al vento ed è considerata il simbolo della città.

Se entrate nella Cattedrale, potete accedere a una piattaforma, che si trova sulla cima della Giralda e dalla quale potrete godere di un panorama mozzafiato.

 

Plaza De Toros De La Maestranza

A Siviglia si trova la più antica arena spagnola, la Plaza De Toros De La Maestranza, dove si svolge una delle tradizioni spagnole più amate: la corrida.

Plaza De Toros De La Maestranza

 

Formata da un edificio giallo ocra e bianco a forma ovale e una facciata in stile tardo-barocco con balaustre in marmo, archi e sculture, può contenere 14.000 spettatori.

 

Barrio de San Bartolomé

Il quartiere di San Bartolomé a Siviglia unisce in sé gli stili gotico, barocco e rinascimentale ed è contraddistinto da case basse e stradine strette, ideali per passeggiare in silenzio.

quartiere di San Bartolomé a Siviglia

 

Vi consigliamo di non lasciarvi sfuggire la chiesa de Santa Magdalena, la Plaza de San Francisco, la chiesa di Santa Maria la Blanca e la Casa de Pilatos.

 

Casa de Pilatos

Casa de Pilatos è il nome con il quale è conosciuto il Palazzo degli Adelantados Mayores di Andalusia, un edificio costruito alla fine del XV secolo per unire le dinastie degli Enríquez e dei Ribera e modificato in stile rinascimentale nel XVI secolo.

Casa de Pilatos

 

Si ispira alla casa di Ponzio Pilato a Gerusalemme perché, secondo la leggenda, il marchese si accorse che la distanza tra la sua casa e la chiesa più vicina era uguale a quella tra il luogo della crocifissione di Gesù e la casa di Pilato.

Per questo motivo, lungo il percorso, furono posizionate le 14 stazioni della via Crucis.

 

Barrio de Triana

Nel quartiere di Triana, che si trova sulla sponda ovest del Guadalquivir, in passato vivevano operai, marinai, ceramisti e industriali e oggi vi convivono la città antica e quella moderna di Siviglia.

Da questo quartiere ha avuto origine il flamenco, oltre che le ceramiche caratteristiche della città. Vi consigliamo di fare un giro al caratteristico mercato coperto e, inoltre, sul lungofiume potete trovare numerosi ristoranti, bar e locali di ogni genere.

 

Torre del Oro

Alta 36 metri e situata lungo la sponda sinistra del Guadalquivir, la Torre del Oro si trova nei pressi della Plaza de Toros Real Maestranza.

Torre del Oro

 

La torre è formata da un nucleo originario, costruito tra il 1220 e il 1221, un corpo dodecagonale del XIV secolo e un corpo cilindrico con una cupola del 1760. Al suo interno, oggi vi è il Museo Navale di Siviglia.

 

Metropol Parasol

Il Metropol Parasol è uno dei principali luoghi di interesse della città andalusa, che vi offre un panorama spettacolare.

Metropol Parasol

 

Costruito nel 2011 come progetto urbano di riqualificazione di Plaza de la Encarnacion e noto anche come Las Setas (i funghi), è costituito da una struttura in legno che ha la forma di funghi giganti.

Comprende un museo archeologico, il Mercado de la Encarnacion, oltre che numerosi ristoranti e bar. Sulla cima dell’edificio potrete ammirare tutta la città.

 

Dove si trova Siviglia?

Siviglia, quarta città spagnola per popolazione, si trova nella zona nord-occidentale del Paese e fa parte della regione dell’Andalusia, della quale è il capoluogo. La città sorge a un’altitudine di circa 10 metri sul livello del mare e si trova sulle rive del fiume Guadalquivir.

A Siviglia, le temperature medie annuali sono di circa 18,5 °C, con un clima mediterraneo che la rende una delle città più calde d’Europa.

Gennaio, che è il mese più freddo, ha temperature che vanno dai 5 °C ai 15°C, mentre luglio è il mese più caldo con temperature dai 25 °C ai 40 °C, seppur con un clima molto secco e ventilato.

 

Come arrivare a Siviglia?

Il modo più comodo per raggiungere Siviglia dall’Italia è l’aereo. L’Aeroporto, noto come Aeroporto di San Pablo, si trova nella zona nord-orientale della città, dalla quale dista appena 10 km.

Una volta giunti in aeroporto, potete raggiungere Siviglia nei seguenti modi:

  • autobus linea EA (Especial Aeropuerto), che effettua una corsa ogni mezz’ora dalle 5:20 all’1:15 verso il centro e dalle 4:30 alle 3:30 verso l’aeroporto. Il tragitto dura circa 35 minuti;
  • navetta prenotabile direttamente al momento della prenotazione in hotel;
  • taxi, che potete trovare all’uscita dell’aeroporto e che ha tariffe fisse in base all’orario.

Altri modi per raggiungere Siviglia sono:

  • il treno: la stazione di Santa Justa è raggiungibile con linee ad alta velocità da Malaga, Madrid, Barcellona, Cordova e Saragozza;
  • la nave: attraverso il fiume Guadalquivir, la città ha uno sbocco sul mare che da qualche anno è anche meta di numerose navi da crociera. Tanti turisti scelgono questa soluzione e la descrivono come un’esperienza bellissima;
  • l’auto: la città è collegata dalla la A-4 con Cordova e Madrid, dalla A-49 con Huelva e il Portogallo, dalla A-66 con l’Estremadura e il nord della Spagna e dalla A-92 con Malaga e Granada.

 

Hotel a Siviglia

Se cercate un hotel a Siviglia, abbiamo selezionato 3 indirizzi per ogni fascia di prezzo.

ALCOBA DEL REY DE SEVILLA BOUTIQUE HOTEL***: hotel alla moda e colorato in stile arabo-andaluso con terrazza chill-out, vasca idromassaggio e tapas bar. Oggetti marocchini come decorazione, lavandini nei bagni in ottone e camere che fanno girare la metafora araba portando nomi illustri come Reino de San Fernando, il poeta Re Al-Mutamid e la principessa Zaïda. Tapas e piatti tradizionali andalusi, con pesce fresco proveniente da Huelva.

LAS CASAS DE LOS MERCADERES****: a pochi passi da Calle Sierpes, questo hotel deve il suo fascino particolare al patio centrale del XVIII secolo, tipicamente andaluso. Le quarantasette camere sono spaziose e accoglienti; l’arredamento è classico e semplice. Il servizio è impeccabile e alcune camere godono di una splendida vista. Se riuscite a prenotare una delle stanze che si affacciano su Calle Alvarez Quintero, avrete un posto in prima fila per assistere alle processioni durante la Settimana Santa.

GRAN MELIÁ COLÓN*****: adiacente alla Chiesa della Maddalena, questo magnifico hotel è sempre stato un luogo di incontro per le personalità del mondo della corrida. All’ingresso, un’ampia e moderna hall sormontata da un’enorme cupola dà un’idea della posizione e del comfort dell’hotel. Camere ampie, luminose e accoglienti, con letto king-size e mobili di design chic. Ogni piano è dedicato a un pittore (sette in tutto) con Goya all’ultimo piano. Senza dimenticare la Spa, una delle più apprezzate di Siviglia, con hammam, sauna, bagno turco, e palestra. Dal 2017, una bellissima piscina sul tetto. Se non avete la fortuna di soggiornarvi, potete assistere agli spettacoli di flamenco che si tengono regolarmente al bar dell’hotel.

 

Foto | © stock.adobe


Vi potrebbe interessare…

Malaga: 13 cose da vedere e fare nella capitale della Costa del Sol

CONDIVIDI SU:

Guarda anche...



Guarda anche...

Trova Offerte Hotel