Menu Chiudi
Posted in In Italia

Pisa: ecco cosa vedere nella città oltre alla famosa Torre pendente

pisa
CONDIVIDI SU:

Poco distante da Livorno, Pisa è una delle città d’arte più belle del mondo. Se pensiamo a Pisa, ci viene subito in mente la sua torre pendente e la bellissima Piazza dei Miracoli, ma c’è tanto altro da scoprire!

 

Pisa: cosa vedere in un weekend

Un tempo, Pisa faceva parte delle Quattro Repubbliche Marinare, mentre adesso è uno dei poli universitari più importanti della Toscana. La città si è affermata sia in ambito storico-artistico, grazie alle importantissime raccolte che qui vengono custodite, come quella egiziana, sia in ambito naturale come il bellissimo giardino botanico. Scopriamo insieme le cose più importanti da vedere a Pisa.

 

La Torre pendente

torre di pisa
© stock.adobe

 


La Torre di Pisa è uno dei simboli italiani più conosciuti al mondo, nonché il monumento più famoso della Piazza dei Miracoli. La sua costruzione iniziò nel 1173 e cominciò a mostrare segni di instabilità a causa della morfologia del terreno, argillosa e spugnosa, e da allora rimase così, pendente su di un lato.

Magnifico esempio di architettura romanica, venne usata anche da Galileo Galilei per i suoi esperimenti scientifici. Il prezzo per visitare la Torre di Pisa è di 18€ ed è compresa la visita al duomo.

 

Il Duomo di Santa Maria Assunta

duomo di santa maria assunta pisa
© stock.adobe

 


La Cattedrale di Pisa, dedicata a Santa Maria Assunta, fu costruita tra il 1300 e il 1311, ed è un conglomerato di diversi stili architettonici quali quella bizantina grazie ai suoi mosaici o le arcate in stile islamico, a testimonianza dei contatti commerciali che la città aveva intrapreso.

Una leggenda vuole che fu proprio al suo interno, osservando il lampadario oscillare, Galileo Galilei pronunciò la famosa frase “E pur si muove”. Al suo interno, potrete ammirare magnifiche opere d’arte come “La Maestà di Cristo” del Cimabue nonché il pulpito di Giovanni Pisano, un vero capolavoro del ‘300.

La visita al duomo è gratis però bisognerà rivolgersi alla biglietteria (gestita dalla Opera della Primaziale Pisana) per ritirare il biglietto orario gratuito.

 


Il Battistero 

battistero di Pisa
© stock.adobe

 

Il Battistero di Pisa, la cui costruzione iniziò nel 1153, è un’opera realizzata 90 anni dopo la cattedrale dall’architetto Diotisalvi. Dedicato a San Giovanni Battista, le sculture che decorano la facciata furono realizzati da Nicola e Giovanni Pisano (padre e figlio).

Quello di Pisa è il più grande battistero d’Italia, grazie alla sua conferenza di ben 107 metri, ed è un vero gioiello dell’architettura. Nicola Pisano, inoltre, vi realizzò il Pulpito con scese della vita di Cristo nonché rappresentazioni delle Virtù.

 

Il Camposanto Monumentale

© stock.adobe

 

L’ultimo monumento che caratterizza la piazza è il Camposanto Monumentale, dove vi sono seppelliti i pisani più illustri e opere antiche e moderne si incontrano. Venne costruito a partire dal 1277 per accogliere le varie tombe che si trovavano intorno al Duomo, secondo la tradizione prese il nome di Campo Santo perché l’arcivescovo Ubaldo Lanfranchi, tornato dalle Crociate, lo riempì con la terra proveniente da Gerusalemme.

© stock.adobe

 

Le pareti sono decorate con bellissimi affreschi trecenteschi che durante un bombardamento del 1945 subirono dei danni. Tutto intorno, potrete ammirare antichi sarcofagi romani nonché tombe monumentali ottocentesche.


Se decidete di visitarli tutte e tre insieme (Camposanto, Battistero e  Museo delle sinopie), il costo del biglietto è di 8€. Se volete visitarne solo due, il biglietto è di 7€ , mentre se volete visitarne uno solo il costo è di 5€.

 

Piazza dei Cavalieri

piazza dei cavalieri pisa
© stock.adobe

 

Dopo il giro per la Piazza dei Miracoli, riprendendo la via centrale passerete davanti la Piazza dei Cavalieri. Il nome è dovuto al fatto che il granduca Cosimo I de’Medici volle creare in quella zona il quartier generale dell’Ordine dei cavalieri di Santo Stefano, facendolo diventare luogo del potere civile.

Fu progettata da Giorgio Vasari ed è caratterizzata dal Palazzo dell’Orologio, edificio di origine medievale, dove fu incorporata la famosa “torre della Fame” dove nel 1289 morì il famoso Conte Ugolino narrato da Dante nella sua opera.

La torre è visitabile gratuitamente previa prenotazione per un numero massimo di 20/25 persone. Tra gli altri edifici presenti che la caratterizzano, ci sono il Palazzo del Consiglio dei Dodici e la Chiesa di Santo Stefano progettata sempre dal Vasari.

statua cosimo de' Medici
© stock.adobe

 

Una statua rappresentante Cosimo I de’Medici come Gran Maestro dell’Ordine de Cavalieri abbellisce e dà monumentalità alla piazza.

 

L’Orto Botanico 

orto botanico pisa
© stock.adobe

 

Fondato nel 1543 dal naturalista, medico e botanico Luca Ghini, quello di Pisa è il primo orto botanico universitario del mondo. Ha un’estensione di circa due ettari e vi sono ospitate le piante dei cinque continenti, dalle tipologie di cactus degli habitat deserti agli alberi secolari.

All’interno è presente anche il Museo Botanico, voluto nel 1591 dal Granduca di Toscana Ferdinando I de’ Medici, dove sono conservati i ritratti di illustri botanici del ‘600 ma anche modelli in cera, campioni vegetali in vitro, tavole didattiche acquarellate e molto altro. Visitabile al prezzo di 4€ e gratuitamente la prima domenica del mese.

 

Come arrivare a Pisa 

In aereo: l’aeroporto di Pisa Galileo Galilei è ben collegato con le più  importanti città italiane grazie alla compagnia Ryanair. Il centro è facilmente raggiungibile grazie alla monorotaia PisaMover (costo del biglietto: 5€ solo andata; A/R 10€) in quanto vi lascerà all’interno della stazione centrale. Da lì, Piazza dei Miracoli dista 20 minuti a piedi, tuttavia la città ha buoni collegamenti autobus.

In treno: se volete raggiungerla in treno, Pisa si trova sull’asse ferroviario Roma-La Spezia ed è facilmente raggiungibile da Firenze.

In auto: per gli auto muniti, invece, bisognerà percorrere le autostrade A11 e A12; da Firenze, potrete percorrere la Strada Statale Tosco-Romagnola SS67 mentre da Roma la Via Aurelia (SS1).

 

 

Hotel e b&b a Pisa

Se non sapete dove dormire a Pisa, ecco 3 indirizzi raccomandati per ogni fascia di prezzo.

B&B RELAIS PARADISE: questo affascinante B&B ha aperto di recente. A 5 minuti a piedi da Piazza dei Miracoli, in una strada tranquilla accessibile in auto, sorge questa elegante casa in stile liberty! L’ingresso è impeccabile, con un piccolo vialetto, fiori, prato… Una luminosa sala da pranzo per una colazione all’italiana: pasticcini, caffè, cappuccino… Le camere calde sono decorate con cura e offrono un grande comfort, ma sono purtroppo poche!

HOTEL NOVECENTO***: una residenza d’epoca dalla facciata rosa cipria, un vero gioiello situato a pochi passi da Piazza dei Miracoli, nel cuore del centro storico di Pisa. Le quattordici camere sono raffinate, ben attrezzate e decorate, alcune con affreschi sul soffitto. È facile cadere sotto l’incantesimo della piccola e tranquilla terrazza-giardino interna con la sua fontana. L’accoglienza della famiglia è affascinante e il servizio impeccabile.

HOTEL BOLOGNA****: situato in una strada parallela a Corso Italia (la via commerciale di Pisa), a due passi dall’Arno e da Palazzo Blu, l’Hotel Bologna merita le sue quattro stelle: comfort, pulizia, belle camere e accoglienza professionale. Per aumentare il benessere dei suoi ospiti, questo hotel dall’arredamento classico pone grande enfasi sui servizi: parcheggio privato custodito, bar, noleggio di biciclette… La posizione stessa permette di godere del fascino della città lontano dal caos di Piazza dei Miracoli. E la colazione è fantastica!


Scopri nelle vicinanze…

Lucca: cosa vedere e fare in una delle città d’arte più belle della Toscana

lucca

CONDIVIDI SU:

Guarda anche...



Guarda anche...

Trova Offerte Hotel