Menu Chiudi
Posted in In Italia

Lucca: cosa vedere e fare in una delle città d’arte più belle della Toscana

lucca
CONDIVIDI SU:

Poco distante da Pisa, Viareggio e lungo la strada diretta per Firenze troviamo Lucca, famosa per lo più per il Lucca Comics. Ma la città ha molto altro da offrire!

 

Weekend a Lucca: le cose da non perdere

Come ogni città italiana, anche Lucca è uno scrigno di opere d’arte come il Duomo, ed è anche un centro importante per la musica in quanto vi nacque Giacomo Puccini e non mancano eventi che commemorano il maestro. Senza contare le lunghe mura ancora intatte dove passeggiare, il centro storico da scoprire in sella a una bicicletta! Ecco dunque le cose che non dovete assolutamente perdervi durante il vostro soggiorno a Lucca.


 

Piazza dell’Anfiteatro

Considerata una delle piazze più belle d’Italia, la Piazza dell’Anfiteatro venne costruita a Lucca nel 1830 dall’architetto Lorenzo Nottolini e riprende la forma dell’antico anfiteatro romano. Pensate che all’interno dei negozi che la circondano potrete ancora vedere i resti delle antiche costruzioni romane!

piazza dell'anfiteatro lucca
© stock.adobe

 

Priva di grandi aperture, l’accesso a Piazza dell’Anfiteatro è formata da quattro piccole porte a volta e il punto di incontro tra le 4 porte è indicato da una mattonella in ceramica posta al centro della piazza.


Grazie ai negozi, ai locali, ai tavolini all’aperto dei bar nonché il mercato settimanale è il cuore della città, vero e proprio salotto cittadino nonché punto dove rilassarsi e stare in compagnia con gli amici.

 


Il Duomo

Dedicato a San Martino, ha la particolarità della facciata che si è dovuta adattare alla già esistente torre campanaria. Sulla facciata, che potrebbe ricordare il Duomo di Pisa, è presente la statua di San Martino che taglia a metà il proprio mantello per donarlo a un povero, mentre sul lato destro c’è un labirinto che si rifà al mito di Arianna e Teseo ma che per la simbologia cristiana rappresenta l’intento dell’Uomo nel cercare la retta via.

duomo lucca
© stock.adobe

 

L’interno, diviso in tre navate, conserva delle straordinarie opere d’arte che potrete visitare pagando un biglietto di 3€ come il Monumento Funebre di Ilaria del Carretto, moglie del signore di Lucca Paolo Guinigi, realizzato da Jacopo della Quercia tra il 1406 e il 1408.


Oppure l’antico crocifisso del Volto Santo (o Santa Croce) che rappresenterebbe il vero volto di Cristo. Secondo la leggenda venne scolpito da Nicodemo con l’aiuto della grazia di Dio per tramandare le vere sembianze di Gesù. Il crocifisso giunse a Lucca per volere del vescovo Giovanni nel 782.

 

La chiesa di San Michele

Dopo il Duomo, un’altra chiesa che merita di essere visitata a Lucca è quella dedicata a San Michele.

chiesa di san michele lucca
© stock.adobe

 

Sovrasta l’omonima piazza dove anticamente sorgeva il Foro Romano e la cosa che vi lascerà senza fiato è la sua altissima facciata che si sopraeleva di quattro metri rispetto al tetto e in cima spicca la statua di San Michele Arcangelo che uccide il drago.


Esiste una leggenda secondo la quale al dito della statua ci sarebbe un diamante che di notte si può vedere brillare.

 

Le mura

Se c’è una cosa che non dovete assolutamente perdervi durante il vostro soggiorno a Lucca sono le sue mura. Alte 12 metri sono lunghe 4 km e 30 e sono l’area verde della città.

mura di lucca
© stock.adobe

 

Sono l’unico esempio di mura difensive intatte arrivate fino a noi: costruite tra il 1504 e il 1645 per volere di Alessandro Farnese ristrutturando le antiche mura trecentesche. Qui potrete fare passeggiate a piedi o in bici, jogging e godervi un bellissimo panorama formato dalle colline toscane.

 

Torre Guinigi e Torre delle Ore

Nel Medioevo, la città di Lucca possedeva 250 torri e ad oggi, purtroppo, ne restano solo due: la Torre Guinigi e quella “delle Ore” entrambi visitabili pagando un biglietto di 5€.

La Torre Guinigi venne costruita dalla ricca e potente famiglia omonima. Alta 45 metri e sulla sommità è presente un giardino pensile dove sono cresciuti degli alberi di leccio. Per raggiungerlo dovrete salire ben 230 scalini.

torre guinigi lucca
© stock.adobe

 

La Torre delle Ore, invece, presenta un orologio installato nel 1754 dagli orologiai lucchesi su uno precedente. Funziona ancora oggi a carica manuale ed ha il meccanismo a vista. È più alta rispetto alla Giunigi, infatti presenta 207 gradini e una volta giunti in cima potrete godere di una vista spettacolare!

torre delle ore lucca
© stock.adobe

 

Piazza Napoleone

È la piazza più grande di Lucca e sorge dove esisteva la Fortezza Augusta prima e la Cittadella di Lucca poi.

piazza napoleone lucca
© stock.adobe

 

Prende il nome da Elisa Bonaparte, sorella di Napoleone, che dal 1806 governò il Principato di Lucca. Volle fare valorizzare il Palazzo Ducale con un grande piazzale così chiamò l’architetto Lazzarini.

Per la sua creazione, però, si dovettero abbattere diversi edifici come la chiesa di San Pietro Maggiore. Al centro della piazza, originariamente, doveva esserci una grande statua di Napoleone ma con la caduta dell’Imperatore venne posta una rappresentante Maria Luisa di Borbone,  la nuova reggente del Ducato di Toscana.

© stock.adobe

 

Oggi, il Palazzo Ducale è la sede della Provincia di Lucca e nella piazza potrete trovare negozi, bar, ristoranti, una bellissima giostra con i cavalli e a luglio vi si svolge il Summer Festival.

 

Museo di Puccini

Lucca è famosa anche per essere la città natale di Giacomo Puccini, il famoso compositore di opere liriche quali Turandot o Madama Butterfly.

monumento giacomo puccini lucca
© stock.adobe

 

Alla morte di Puccini, la casa natale passò al figlio e quando questi morì nel 1946 passò a sua moglie Rita dell’Anna, che nel 1974 donò la casa al Comune di Lucca perché sia trasformata in un museo. Oggi è gestita dalla Fondazione Giacomo Puccini; pagando un biglietto dal prezzo di 9€ potrete ammirare arredi, dipinti, documenti e cimeli. Si affaccia su Piazza Puccini dove, al centro, troverete una statua dedicata al musicista.

 

Come arrivare a Lucca?

Aereo + treno: l’aeroporto più vicino a Lucca è quello di Pisa, collegato con le principali città italiane grazie alla compagnia Ryanair. Utilizzando la navetta PisaMover (costo del biglietto: 5€) potrete raggiungere la stazione centrale da dove potrete raggiungere Lucca in treno. Per sapere orari e biglietti visitare il sito di Trenitalia.

Il centro storico dista cinque minuti a piedi dalla stazione centrale. Potrete scoprire la città sia a piedi sia con i bus cittadini oppure noleggiare le biciclette o i tandem.

In auto: per gli auto muniti, ci sono due autostrade che potete prendere per raggiungere Lucca; la A11 da Roma, Bologna e Firenze, la A12 da Genova-Rosignano e Viareggio che poi andrà a congiungersi con la A11. Dato che il centro cittadino è zona ZTL, potrete lasciare l’auto all’interno dei molti parcheggi che troverete attorno le mura.

Hotel e b&b a Lucca

Se non sapete dove dormire a Lucca, ecco 3 indirizzi raccomandati per ogni fascia di prezzo.

B&B LA BOHÈME**: questo piccolo e affascinante B&B ha solo 6 camere, quindi si consiglia vivamente di prenotare in anticipo. Situato nel cuore del centro storico di Lucca, tutte le camere si trovano in un antico e vasto appartamento risalente al periodo rinascimentale; rispettando e conservando l’arredamento e lo stile di questo antico edificio, sono eleganti e ben curate… tranquillità e comfort sono garantiti. L’atmosfera è amichevole e ci si sente subito a casa.

PICCOLO HOTEL PUCCINI***: nel cuore del centro storico di Lucca, l’hotel Puccini è ideale per esplorare la bellezza di Lucca. La sua capacità modesta (14 camere) lo rende tranquillo e accogliente. Si consiglia di prenotare una delle camere che si aprono su via di Poggio, con una piacevole vista sulla piazza e sul campanile della chiesa di San Michele. Le camere, arredate in modo semplice, hanno mantenuto una calda atmosfera toscana, grazie alla decorazione delle pareti e ai soffitti alti.

ALBERGO VILLA MARTA****: questo bellissimo hotel è situato ai piedi delle colline e nel cuore della campagna lucchese. È, senza dubbio, il luogo ideale per un soggiorno romantico dove regnano calma e serenità. Questa antica residenza del XVIII secolo, con la sua caratteristica architettura delle famose ville lucchesi, offre un’accoglienza veramente calorosa ai suoi ospiti. Tutto contribuisce alla bellezza del luogo: la piscina, i giardini rinascimentali con magnolie, camelie, azalee e pini, e il maestoso ingresso al soggiorno principale. Ognuna delle 15 camere è decorata con un tocco speciale nella scelta dei tessuti e nei più piccoli dettagli. La colazione può essere gustata sulla terrazza in estate. L’hotel ha anche il suo ristorante, Botton d’Oro, che serve una cucina gustosa e raffinata.


Vi potrebbe interessare…

15 cose imperdibili da vedere e fare a Firenze

firenze-cosa-vedere-cosa-fare

CONDIVIDI SU:

Guarda anche...



Guarda anche...

Trova Offerte Hotel