Menu Chiudi
Posted in Isole

Santo Domingo: cosa vedere, cosa fare, e quando andarci?

santo-domingo-spiagge

Tutto ciò che dovete sapere prima di partire per Santo Domingo: scoprite cosa vedere, cosa fare, info su voli, e il periodo migliore per visitare l’isola!

 


Santo Domingo: cosa vedere e fare in repubblica dominicana?

Il pantheon nazionale

pantheon santo domingo
Flickr

Il cimitero nazionale si trova di fronte all’Hotel Nicolas de Ovando, nella famosa strada di Las Damas. Era un monastero gesuita costruito nel 1976, precedentemente una tabacchiera, e fu restaurato dal dittatore Trujillo nel 1958 per diventare un mausoleo per i leader militari e politici della nazione. L’intero edificio è costituito da grandi blocchi di calcare. La sua cupola è ricoperta da affreschi raffiguranti scene di “L’Apocalisse e la risurrezione”, diretto da Rafael Pellicer Galeote, ispirato alla Cappella Sistina. Il monumentale lampadario in bronzo è un dono del dittatore spagnolo Francisco Franco a Trujillo.

Davanti alla porta d’ingresso, un corridoio fiancheggiato da bandiere dominicane conduce alla “fiamma eterna” ancora protetta da un soldato in uniforme. Rende omaggio a “La Trinità”, Duarte, Sanchez e Mella, che hanno combattuto per l’indipendenza di quest’isola. Gli orari di accesso sono dal martedì alla domenica dalle 9 alle 17.  L’ingresso al Pantheon National è gratuito.

Il giardino botanico

Questa istituzione, scientifica, educativa e ricreativa, è un’area protetta per la contemplazione e lo studio della natura, il rilassamento e la ricreazione per le persone che vogliono sfuggire alla loro routine quotidiana. Il giardino non è solo il polmone purificatore dell’atmosfera di Santo Domingo, è anche un santuario in cui animali e piante vivono in armonia. Strade e sentieri conducono a luoghi in cui è possibile sfruttare al meglio un incontro con la natura. A causa della sua vastità, camminare per l’orto botanico a piedi è un compito che richiede molto tempo ed energia.

L’opzione migliore è iniziare il tour con una visita guidata della ferrovia del parco. Vi porterà agli angoli più lontani, come il Grand Vallon che dista circa un chilometro dall’ingresso principale. Allo stesso tempo, avrete l’opportunità di ricevere informazioni scientifiche sulla flora esposta da guide professionali.

Palazzo dell’Alcazar de Colon

alcazar de colon santo domingo
Flickr

Questo maestoso Alcázar si trova in Plaza Spain, vicino alla Puerta de San Diego. Fu costruito nell’anno 1511 ed era la residenza sontuosa di Diego Colombo (viceré e governatore, figlio di Cristoforo Colombo) e sua moglie, Mara de Toledo (nipote di Ferdinando il Cattolico). Questa fortezza, a metà strada tra il rabbino gotico ed elisabettiano, era il centro del potere e la sede della prima giurisdizione spagnola nel Nuovo Mondo. Dopo il suo restauro nel 1955, oggi è il Museo Alcazar Colon. Gli orari di apertura sono dal martedì al sabato dalle 9 alle 17, mentre la domenica dalle 9 alle 16. Ingresso: 2 USD.


 

Museo di Las Casas Reales

Questa struttura ospitava il Palazzo del Governatore e la Corte reale, dove gli emissari della corona mantennero la giurisdizione del Nuovo Mondo nei secoli XVI e XVII, oggi ospita il Museo de las Casas Reales. Presenta una collezione di armi di vari paesi, acquistate dal dittatore Trujillo dal governo messicano, armature, mobili, dipinti e tesori di epoca coloniale. C’è anche una mostra dedicata a Cristóbal Colón. È un posto bellissimo ed emozionante.


 

Il faro di Colombo

Il faro di Columbus è uno dei monumenti più importanti della Repubblica Dominicana. Nel 1986 iniziò la costruzione di questo bellissimo monumento, completato nel 1992, in tempo per la celebrazione del 500 ° anniversario della scoperta dell’America. Con 251 luci che illuminano il cielo, se andate in Repubblica Dominicana, non esitate a visitare questo magnifico monumento!

 


Parco nazionale los tres ojos

los tres ojos santo domingo
Flickr

Questo bellissimo posto è chiamato così perché presenta quattro laghi d’acqua dolce immersi in un’imponente grotta profonda 15 metri, accessibili da una scala. In effetti, i laghi sono interconnessi, il che li rende più facili da attraversare con piccole barche o tramite ponti. C’è sia una forte vegetazione tropicale che stalagmiti e stalattiti. Questo posto è stato anche usato per registrare alcuni pezzi del film di Tarzán. Il parco è aperto dalle 8:30 alle 17:30, e il prezzo è di RD $ 5,00 per i bambini e RD $ 10,00 per gli adulti.

 

Le spiagge di Santo Domingo

Bayahibe Beach

bayahibe spiaggia santo domingo
Flickr

La povertà si mescola al lusso in questa spiaggia nel sud della Repubblica Dominicana, vicino alla città di La Romana. Vi è un gran numero di pescatori che organizzano escursioni nelle vicine isole di Saona e Catalina. Bayahibe è una spiaggia di sabbia bianca circondata da palme di cocco, con alloggi lussuosi e poveri. Ci sono stand gastronomici, perle, vestiti, ecc.

 


Punta cana

punta cana spiaggia
Flickr

Punta cana è considerata una delle spiagge più belle del mondo, ed è la parte più ambita della Costa de Coco, che borda la punta orientale dell’isola dominicana. Chilometri di sabbia finissima lambita da un mare di tutte le sfumature d’azzurro, su cui svettano migliaia di palme e si affacciano hotel e resort, da cui partire per immersioni sulla barriera corallina e snorkelling nelle piscine naturali lungo la costa.

 

Boca Chica Beach

Boca Chica è una piccola località balneare della Repubblica Dominicana, a 10 minuti di auto dall’aeroporto di Santo Domingo. Non è la tipica spiaggia caraibica ma una spiaggia dove vanno i locali. L’acqua è chiara, poco profonda, sabbia bianca e fine. È lungo circa 400 metri e c’è una scogliera sopra l’acqua che forma un enorme semicerchio. Ci sono commercianti di frutta che passano con i carrelli pieni, è molto bello.

 

Uvero Alto Beach

Uvero Alto è un vero e proprio paradiso sulla costa orientale della Repubblica Dominicana. Sull’isola ci sono posti impressionanti ma, senza dubbio, Uvero Alto è di una bellezza unica e naturale! La sua sabbia bianca e i suoi coralli rendono questo piccolo pezzo di terra uno spazio che non vorremmo mai lasciare.

Quando andare a Santo Domingo?

Il clima a Santo Domingo è tropicale e caldo tutto l’anno, con una stagione afosa e piovosa da maggio ad ottobre, e una secca da novembre ad aprile. I temporali si verificano in modo frequente da maggio a ottobre mentre gli uragani sono frequenti da giugno a dicembre, e il rischio di allerta massimo va da agosto ad ottobre.

Dunque, il periodo migliore per visitare Santo Domingo, come tutta la zona caraibica, va da dicembre ad aprile, essendo il meno caldo e il meno piovoso. Ma non preoccupatevi, la temperatura dell’acqua del mare è sempre piacevolmente calda!

 

Dove si trova Santo Domingo?

Santo Domingo è la capitale della Repubblica Dominicana. Si trova sull’isola di Hispaniola, la seconda isola per estensione dei Caraibi, e ne condivide i confini con Haiti. L’isola è bagnata a sud dal Mar dei Caraibi e a nord dall’Oceano Atlantico. Le acque calde, le temperature piacevoli tutto l’anno e la barriera corallina che la protegge, favoriscono un turismo praticamente costante, ma gli uragani che spesso colpiscono la zona creano seri danni sia agli edifici che al paesaggio.

 

Info su voli per Santo Domingo

I voli migliori che collegano l’aeroporto Las Americas sono i charter organizzati dai vari tour operator  (Blue PanoramaEuroflyLauda Air), che offrono pacchetti all inclusive con partenze dalle più importanti città italiane. Se desiderate prenotare una vacanza in modo autonomo, Neos collega Milano con voli diretti di 12 ore, mentre da Roma si può optare per Air Europa con scalo a Madrid per circa 13 ore di volo. La ricerca di voli singoli ha senso solo se si ha già un posto dove alloggiare.

immagine copertina: pixabay


Guarda anche...


Guarda anche...