Menu Chiudi
Posted in Idee di viaggio

Poznan: cosa vedere e fare nell’affascinante città polacca

poznan di notte
CONDIVIDI SU:

Poznan, attraversata dal fiume Warta, è la quinta città più grande della Polonia. Fu qui che il cattolicesimo mise per la prima volta radici sul suolo polacco. Scoprite cosa vedere, cosa fare, e dove dormire in questa bellissima città.

 

10 cose da vedere e fare a Poznan

Oltre alla sua ricca storia, Poznan ha anche la sua giusta quota di attrazioni per famiglie, con due zoo, un palmeto botanico e un nuovo museo interattivo sulla storia dell’Isola della Cattedrale… Ecco quindi 10 cose da vedere e fare assolutamente a Poznan.

 


Piazza del Mercato

piazza del mercato poznan
© stock.adobe

 

La Piazza del mercato (Rynek) fu progettata nel 1253, lo stesso anno in cui Poznan ricevette i suoi diritti di città. La maggior parte degli edifici dipinti a pastello hanno terrazze di ristoranti e bar al piano terra, quindi tornerete più volte. Nel centro, accanto al maestoso municipio, scoprirete una fila di case di mercanti del XVI secolo sormontate da un porticato.

 

Il municipio

Il municipio di Poznan è Il coronamento della Piazza del Mercato Vecchio. Questa meraviglia tardo-rinascimentale del 1550-1560 presenta sulla facciata orientale una bella loggia a tre livelli con dipinti sui pennacchi e fregi tra e sopra gli archi. In alto, vedrete i ritratti dei re della linea Jagellonica, posti ai lati di un cartiglio dorato con le iniziali “SAR”, di Stanisław August Poniatowski, l’ultimo re di Polonia.


 

Il Museo storico

Dal 1956, l’interno del municipio di Poznan è un vero e proprio museo. Impressionante è il grande corridoio, risalente alla metà del XVI secolo. Sul soffitto a cassettoni, ricchi motivi in stucco circondano dipinti di animali araldici e stemmi.

Nelle gallerie, scoprirete l’orologio da camino con lo stemma della città e il recipiente per bere che rappresenta la corporazione dei calzolai del 1651. C’è anche un meraviglioso pastorale (bastone del vescovo) realizzato a Limoges nel XVIII secolo con smalto e doratura. Infine, nella sala delle cerimonie al primo piano, due globi risalenti alla fine del XVIII secolo, uno del cielo e l’altro della Terra.

 


Ostrów Tumski (Isola della Cattedrale)

Ostrów Tumski poznan
© stock.adobe

 

Si dice che la Polonia è nata su quest’isola tra i bivi del fiume Warta. Oggi l’Isola della Cattedrale è una sonnolenta colonia di strade e piazze alberate e acciottolate e di edifici storici. Una delle prime cose che noterete è la profusione di verde, dalle alte rive medievali del fiume ai molti alberi da frutto, deliziosi quando fioriscono in primavera. L’isola fu anche la residenza del primo re polacco, nonché fondatore della cattedrale, Mieszko I.

 

La Cattedrale

cattedrale di poznan
© stock.adobe

 


Dopo i gravi danni subiti durante la battaglia di Poznan, la più antica cattedrale della Polonia ha un design tardo gotico ispirato ai piani medievali. Ciò non toglie la maestria delle volte a stella nella navata e delle volte a pinna nel coro. Ci sono anche tesori conservati come arazzi fiamminghi del 1600, stalli del coro del 1500 e una pala d’altare tardo gotica con pannelli intagliati di Maria e la Passione che risale al 1512. Interessanti anche sono i monumenti funerari gotici e rinascimentali dei secoli XIV e XV, alcuni dei quali furono saccheggiati dall’esercito tedesco ma recuperati dopo la guerra.

 

Chiesa di San Stanislao

Uscendo dall’angolo sud-est della piazza del mercato, la vostra attenzione sarà attratta dalla magnifica facciata di questa chiesa barocca. La chiesa di San Stanislao, ex collegio gesuita, è considerata uno degli edifici religiosi barocchi più belli della Polonia. Nicchie, volute e pilastri danno un’idea di ciò che aspetta oltre la porta: la tripla navata, lunga 55 metri e alta 27, è impressionante con le sue 16 colonne corinzie a effetto marmo.

Questa chiesa è un paradiso per gli amanti della storia dell’arte, tra gli affreschi del XVIII secolo sui pannelli del soffitto e i 13 altari. L’altare maggiore è affiancato da sculture a grandezza naturale dei due santi patroni, Stanislao di Szczepanów e Stanislao Kostka.


 

Castello Imperiale

castello imperiale poznan
© stock.adobe

 

Il Castello imperiale di Poznan imita le grandi residenze degli imperatori medievali del Sacro Romano Impero, in città come Goslar in Germania. Il Kaiser Guglielmo II ebbe un ruolo importante nella progettazione di questo palazzo neoromanico, costruito per lui dal 1904 al 1910.

Nei giardini del patio dell’ala nord, Wilhelm si è ispirato alla Corte dei Leoni nell’Alhambra di Granada. Durante la seconda guerra mondiale, le alte sfere del potere nazista avevano sede nel palazzo e, a causa di queste associazioni, si cercava di demolire l’edificio dopo la guerra. Ma nel 1962 divenne un centro culturale, e oggi ospita il Museo della Rivolta del 1956 nel seminterrato. L’ex sala del trono è stata trasformata in un cinema e ospita numerosi ristoranti, bar e club.

 

Parco Cytadela

monumento agli eroi poznan
© stock.adobe

 

Il Parco Cytadela è il più grande parco di Poznan con una superficie di circa 100 ettari. È stato costruito negli anni 1963-1970 sul sito dell’ex Forte Winiary. Ci sono due musei nel parco – il Museo dell’Esercito e il Museo degli Armamenti. Vicino al Monumento agli Eroi, c’è un monumento al Maresciallo dell’Unione Sovietica Vasily Chuikov inaugurato nel 1982. Il versante sud-occidentale della collina, invece, è occupato dai cimiteri dei soldati morti durante la prima e la seconda guerra mondiale.

Il parco offre anche molte attrazioni per le famiglie con bambini di tutte le età. Ampi viali, angoli ombreggiati permettono di correre in sicurezza, andare in bicicletta, o con i monopattini. C’è un parco giochi e un bar dove i genitori possono rilassarsi mentre i bambini giocano.

 

Museo Nazionale

Questo edificio storico in pietra arenaria risale al 1904 e ospita una delle più grandi collezioni di arte straniera in Polonia, nonché un vero artista della pittura polacca dal 1500 al 1900. Lucas Cranach il Vecchio, Anthony van Dyck, Bellini, Velázquez, Zurbarán, Tintoretto e Monet sono tra i maestri della galleria.

E come superba introduzione all’arte polacca, troverete opere di Stanisław Wyspiański, Olga Boznańska, Jacek Malczewski e Leon Wyczółkowski, che vanno dall’impressionismo al realismo e al potente movimento della Giovane Polonia.

 

Lech Browary Wielkopolski

Nella periferia orientale di Poznan, a sud del lago di Malta, si trova la fabbrica di birra Lech, una delle birre più vendute in Polonia. Non bisogna essere un intenditore per vedere come viene prodotta la birra su scala industriale: 7,5 milioni di ettolitri all’anno. Ciò che può sorprendere quando si impara la fabbricazione della birra (bollitura, fermentazione, maturazione e filtrazione) è semplicemente la quantità di tecnologia coinvolta nel processo.

La seconda parte del tour di due ore vi porterà attraverso una sala espositiva su Lech, e il tutto si conclude con una sosta al bar con una meritata birra alla spina.

 

Dove si trova Poznan?

La città di Poznan si trova nel centro ovest della Polonia, ed è attraversata dal fiume Warta.

 

Come arrivare a Poznan?

In aereo: è il modo miglior per raggiungere Poznan, tramite l’aeroporto Lawica (POZ) che dista soli 8 km dal centro. Offre collegamenti con molte città in Europa, incluso l’aeroporto di Bergamo-Orio al Serio a Milano con la compagnia aerea Ryanair. Da lì, sarà possibile prendere un bus par arrivare in centro.

In autobus: si può raggiungere Poznan anche in bus con il gruppo Baltour che serve numerose città italiane come Firenze. Il costo del biglietto è di 89 euro e dopo circa 20 ore arriverete a destinazione.

 

Hotel a Poznan

Se cercate un hotel a Poznan, abbiamo selezionato 3 indirizzi per ogni fascia di prezzo.

ATLANTIS**: hotel abbastanza lontano dal centro della città, ma molto economico e ben gestito.

ROSEMARY’S HOSTEL***: situato a 3 minuti a piedi dal Rynek, in una delle strade più belle del centro, questo piccolo ostello dispone di camere doppie, triple e quadruple e una cucina in comune. La decorazione delle stanze è ispirata ai film di Roman Polański, uno dei maggiori registi polacchi. Le biciclette sono a disposizione degli ospiti.

MERCURE POZNAŃ CENTRUM****: hotel con 228 camere molto lussuose e confortevoli nel centro della città. La struttura dispone anche di 9 sale riunioni con connessione internet wireless, un ristorante che serve piatti polacchi, un bar, un centro fitness e un ampio parcheggio.


Vi potrebbe interessare…

Norimberga: ecco le cose da vedere assolutamente nel cuore della Baviera

norimberga

CONDIVIDI SU:

Guarda anche...



Guarda anche...

Trova Offerte Hotel