Menu Chiudi
Posted in Capitali, in Europa

Madrid: 10 cose da vedere e fare nella capitale spagnola

CONDIVIDI SU:

Centro politico e capitale della Spagna nonché una delle più visitate al mondo, Madrid è la città più popolosa del Paese, con più di 3 milioni di abitanti. Inoltre, dopo Berlino, è il comune più popoloso dell’Unione Europea.

 

10 cose da vedere e fare a Madrid

Le prime tracce storiche della città di Madrid risalgono all’anno 865, quando Muhammed I fece costruire una fortezza sulle rive del fiume Manzanares, nella località di Mayrit. La città divenne capitale della Spagna nel 1561, quando la corte spagnola vi si stanziò definitivamente. Scopriamo insieme 10 cose da non perdere assolutamente a Madrid.

 


Plaza Mayor

Con i suoi 129 metri di lunghezza e i 100 di larghezza, la Plaza Mayor di Madrid fu restaurata nel 1561 su richiesta di Filippo II d’Asburgo e sostituì la precedente Plaza del Arrabal.

plaza major di madrid

 

Fu utilizzata fino al 1580 come luogo della corrida, delle feste popolari e delle esecuzioni e fu colpita da 3 grandi incendi tra il Seicento e il Settecento. È formata da 9 porte di accesso, la più famosa delle quali è l’Arco de Cuchilleros, che conduce alla Cava de San Miguel.


Un viaggio nella capitale spagnola non può non condurvi in questa meravigliosa piazza. Qui vi consigliamo di ammirare soprattutto la Casa de la Panadería, un edificio con due torri decorate con bellissimi affreschi rappresentanti un’allegoria dello zodiaco.

 

Puerta del Sol

Insieme alla Plaza Mayor, la Puerta del Sol è una delle piazze più importanti di Madrid, nella quale si svolge il celebre capodanno.

puerta del sol a madrid


 

L’edificio più antico della piazza è la Real Casa de Correo, ex ufficio postale e oggi sede della presidenza della comunità di Madrid. In cima a questo edificio vi è un orologio che scandisce le 12 “campanadas”, ossia i rintocchi che segnano gli ultimi secondi dell’anno, accompagnati dai 12 chicchi d’uva che vanno mangiati in tempo per avere prosperità e fortuna durante il nuovo anno.

In questa celebre piazza, inoltre, potrete osservare la statua del “Oso y madroño”, ossia l’orso che addenta una pianta di corbezzolo e che è il simbolo della città. Il punto in cui si trova la statua è chiamato “Origen de la calles radiales”, perché da qui si calcolano tutte le distanze del Paese.

 

Palazzo Reale

Il Palazzo Reale di Madrid fu costruito nel 1764 al posto dell’Alcázar, residenza dei reali di Spagna dal XVI secolo, distrutto da un incendio nel 1734.

palazzo reale di madrid

 

La superficie del complesso monumentale si estende per circa 135 mila metri quadrati, con più di 3000 stanze e questo lo rende il palazzo reale più grande d’Europa, in stile barocco con contaminazioni neoclassiche.


All’interno avrete la fortuna di visitare circa 50 stanze e osservare numerose collezioni come quella di vasi di ceramica e armadi della Real Farmacia, o gli strumenti a corda di Stradivari, o ancora le armi e le armature dei reali dal XIII secolo in poi.

Oggi i sovrani di Spagna alloggiano nel Palazzo della Zarzuela, mentre al Palazzo Reale si svolgono le cerimonie di Stato e le manifestazioni ufficiali.

 

Cattedrale dell’Almudena

Nel 1624 Filippo IV e Isabella di Borbone decisero di far erigere la cattedrale, in onore della Madonna e del bimbo che portava in grembo, nel luogo in cui sorgeva la Chiesa di Santa Maria dell’Almudena.

Cattedrale dell'Almudena

 

A causa di numerosi problemi economici e politici, la costruzione iniziò circa due secoli dopo, nel 1883 e fu consacrata soltanto nel 1993 da Giovanni Paolo II.

La Cattedrale dell’Almudena, con il suo mix di stili architettonici, si trova nei pressi del Palazzo Reale di Madrid. All’interno vi è la statua della Madonna dell’Almudena e 14 immagini in stile neogotico rappresentanti la Via Crucis, oltre a una bellissima vetrata di 10 metri di lunghezza con la raffigurazione della Vergine di Lis.

 

Museo del Prado

Il Museo del Prado è il museo principale di Madrid, nonché uno dei più importanti al mondo, che raccoglie la storia dell’arte europea degli ultimi 5 secoli.

museo del prado

 

Ospita circa 3 milioni di visitatori ogni anno, attratti dalle opere di Caravaggio, Goya, Tiepolo, Velázquez, Tiziano e tantissimi altri dal XIII al XIX secolo. Vi consigliamo di prenotare la vista in anticipo e di evitare il fine settimana, perché in quei giorni è sempre molto affollato.

 

Museo Nacional Reina Sofia

Il Museo Reina Sofia di Madrid nacque come ospedale e mantenne questa funzione fino al 1986, quando fu aperto il Centro d’Arte Reina Sofia.

I visitatori si recano immediatamente a vedere la celebre “Guernica” di Picasso, ma il Reina Sofia non è solo questo. Ospita numerose opere per lo più di pittori spagnoli, quali Mirò, Dalì e lo stesso Picasso, ma sono tantissimi anche gli artisti internazionali.

 

Museo Thyssen-Bornemisza

Il Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid ospita i quadri della collezione privata dell’omonimo magnate tedesco dell’acciaio, che si arricchì durante la seconda guerra mondiale.

Il figlio Hans rimise insieme tutta la collezione del padre che era stata divisa tra vari eredi e la arricchì con altre opere. Una visita in questo museo vi permetterà di ammirare opere di Van Gogh, Gauguin, Caravaggio e tanti altri autori dal 300 al XX secolo.

 

Stadio Santiago Bernabeu

Casa della famosa squadra di calcio del Real Madrid, il Santiago Bernabeu è uno dei templi del calcio mondiale.

stadio santiago bernabeu

 

Vi consigliamo di non lasciarvi sfuggire il Tour Bernabeu, con una vista dello stadio, degli spogliatoi, del tunnel, della tribuna stampa, del balcone presidenziale e del museo.

In questo stadio, nel 1982, si giocò la finale dei Mondiali di Calcio che vide il trionfo dell’Italia.

 

Parco del Buen Retiro

Il Parco del Buen Retiro di Madrid fu costruito nel 1640 come luogo di svago della monarchia donato dal Duca di Olivares e dal re Filippo IV. Fu poi aperto al pubblico nel 1868.

Parco del Buen Retiro di madrid

 

Qui sorge il Teatro del Buen Retiro, oltre che la sala da ballo per le feste della nobiltà, chiamata Cason del Buen Retiro. Simbolo del parco è il Palazzo di Cristallo, che fu costruito nel 1887 per ospitare le specie botaniche provenienti dalle Isole Filippine.

Nel 1922 fu inaugurato, all’interno del Parco, il monumento del re Alfonso XII con il lago artificiale in cui potrete trascorrere qualche ora romantica noleggiando una barca a remi.

 

Gran Vía

La Gran Vía è il celebre lungo viale di Madrid, la cui costruzione, all’inizio del ‘900, portò alla modifica di 50 vie e alla demolizione di 300 case.

 

Oggi vi si trovano numerosi negozi di ogni tipo, palazzi eleganti e, nell’ultimo tratto, famosi teatri che hanno fatto denominare la via “Broadway madrilena”.

 

Dove si trova Madrid?

La città di Madrid è la capitale della Spagna ed è situata al centro del Paese. Fa parte della comunità omonima, che comprende anche i sobborghi, i villaggi e tutto l’agglomerato urbano.

La Comunità di Madrid confina con la Comunità autonoma di Castiglia e León e con quella di Castiglia-La Mancia e si trova lungo il corso del fiume Manzanarre, ai piedi del Sistema Centrale.

Il clima di Madrid è continentale temperato, con inverni freddi caratterizzati da minime spesso al di sotto di 0 °C e rare nevicate. In estate, invece, le temperature raggiungono anche i 35-40 °C ma con uno scarso livello di umidità, che rende il caldo sopportabile.

 

Come arrivare a Madrid?

Raggiungere Madrid dall’Italia mette a disposizione numerose alternative, delle quali la più comoda è sicuramente l’aereo, ma non è l’unica.

  • In auto: la distanza di Madrid dalle principali città italiane è di 1.957 km da Roma, 1.581 da Milano e 2.155 da Napoli.
  • In treno: le stazioni ferroviarie principali di Madrid sono Atocha e Chamartín, raggiungibili dalle città italiane con un minimo di 3 cambi. Se state visitando altre città della Spagna, potete raggiungere la capitale in circa 3 ore di treno da Barcellona e in circa un’ora da Saragozza e Valladolid.
  • In aereo: l’Aeroporto Internazionale Adolfo Suarez Madrid-Barajas dista circa 12 km dal centro della capitale ed è collegato con le principali città italiane. Raggiungere il centro dall’aeroporto è possibile in vari modi, che sono:
    • metropolitana: di sicuro l’alternativa più economica, che vi porterà in città in circa mezz’ora;
    • autobus Express Aeropuerto: collega i terminal T1, T2 e T4 con il centro della città h24 e impiega circa 30-40 minuti;
    • taxi: pagando una tariffa fissa di circa 30€ raggiungerete facilmente l’indirizzo desiderato.

 

Hotel a Madrid

Se cercate un hotel a Madrid, abbiamo selezionato 3 indirizzi per ogni fascia di prezzo.

ROOM MATE ALICIA***: in un edificio industriale progettato dall’architetto Modesto López Otero e decorato dal designer Pascua Ortega, l’ hotel Alicia si affaccia su Plaza Santa Anna. Nelle camere, le grandi finestre sono una caratteristica molto all’avanguardia e sono tutte diverse per design e decorazione. Inoltre, Alicia si trova in una posizione ideale per gli amanti della cultura e delle feste che potranno godersi questo vivace quartiere!

SIETE ISLAS HOTEL****: questo magnifico hotel che vi accoglie in una hall ampia e ordinata, con musica jazz in sottofondo, è un vero e proprio invito al relax. I proprietari hanno voluto creare un’atmosfera atipica nel cuore di Madrid sia nelle aree comuni che in ognuna delle 79 camere molto luminose. Una scommessa ben riuscita, soprattutto se si opta per la suite (più costosa del 50%) con terrazza e doccia all’aperto all’ultimo piano, di fronte alla Gran Vía! E, come se non bastasse, la colazione è favolosa.

THE WESTIN PALACE*****: si tratta di uno degli hotel più grandi e lussuosi della Spagna, con un’architettura di fine secolo (fu costruito nel 1912). Il suo stile e la sua decorazione sono stati rinnovati e modernizzati, ma conserva un’atmosfera unica e una posizione privilegiata tra il Museo del Prado e il Parlamento. È piacevole (e alla portata di tutti) degustare un caffè sotto l’enorme cupola di vetro del ristorante Rotonda o nel Museum Bar 1912, dove Ernest Hemingway e Salvador Dalí vennero a sorseggiare un cocktail.

 

Foto | © stock.adobe


Scopri un’altra capitale…

Lisbona in 3 giorni: consigli e itinerari per visitarla

CONDIVIDI SU:

Guarda anche...



Guarda anche...

Trova Offerte Hotel