Menu Chiudi
Posted in al Mare, In Italia

Trapani: cosa vedere tra sole, mare e cultura

CONDIVIDI SU:

Situata nella Sicilia occidentale, non tanto distante dal Capo Boeo (Marsala) troviamo Trapani, famosa soprattutto per le sue saline. Tra sole, mare e cultura, scoprite le cose più importanti da vedere durante un weekend a Trapani.

 

Weekend a Trapani: cosa vedere tra sole, mare e cultura

Città dalla storia antichissima e dalla fondazione mitica, il nome Trapani deriva dal greco Drepanon ossia falce, per via della sua forma e compare anche nell’epopea mitica, come l’Eneide; legata a Cartagine, prima della conquista romana era stata soggetta ai punici e agli elimi (la tribù locale) e ancora oggi conserva l’intreccio di culture e popoli.

Potrete fare un giro nel centro storico di Trapani dove potrete provare dolci tipici siciliani come il cannolo o la granita, ammirare i palazzi settecenteschi e passeggiare sulle mura cittadina. Ecco dunque cosa non dovete perdervi durante il vostro weekend a Trapani.

 

Torre Ligny

Posta nell’estrema punta occidentale della città, Torre Ligny fu eretta nel 1671 per volere del principe Claude Lamoral di Ligne, capitano generale e viceré del Regno di Sicilia, seguendo il progetto di Carlos De Grunembergh, un architetto e ingegnere militare fiammingo.


torre ligny trapani
© stock.adobe

 

La sua funzione era quella di difendere la città di Trapani dalle incursioni dei corsari e a proteggere il territorio. A pianta quadrangolare, ha una forma a tronco di piramide. Pagando un biglietto di 1€, potrete ammirare al suo interno un piccolo Museo Civico che conserva una collezione di reperti archeologici legati al territorio trapanese. Inoltre, dalla terrazza potrete godervi un bellissimo panorama che va da Capo San Vito, Erice e Marsala nonché le Isole Egadi e la piccola isola di Formica.


 

Il centro storico

Se c’è una cosa che non dovete perdervi è il centro storico di Trapani, formata dalla tre strade principali: Corso Vittorio Emanuele, Via Torre Arsa e Via Garibaldi.

corso vittorio emanuele trapani
© stock.adobe

 


Passeggiando per il centro, potrete dedicarvi allo shopping grazie alla presenza dei negozi più noti oltre che ai negozietti di souvenir e nei ristoranti e bar potrete provare i piatti tipici trapanesi.

© stock.adobe

 

Inoltre, percorrendo Via Torre Arsa, potrete raggiungere il lungomare di Trapani con le sue spiagge bianche e il mare cristallino.

© stock.adobe

 

Chiesa del Collegio dei Gesuiti

Situata in Corso Vittorio Emanuele, potrete visitare la chiesa dei Gesuiti, progettata dal messinese Natale Nasuccio con annesso collegio, oggi sede del Liceo Classico.


collegio dei gesuiti trapani
© stock.adobe

 

La facciata, disegnata da Francesco Bonamici, è divisa in due ordini, dove nel primo troviamo cornici, paraste e timpani spezzati mentre nel secondo troviamo elementi barocchi, volute, statue e una finestra centrale.

La chiesa venne consacrata nel 1705 e all’interno è divisa in tre navate. Le pareti sono decorati con gli stucchi realizzati dal Bartolomeo Sanseverino e con marmi, mentre nel XVIII secolo a sinistra dell’abside venne costruita la cappella di Sant’Ignazio.

 

Fontana di Saturno

Durante la passeggiata per il centro storico, un punto in cui merita fermarsi è la Fontana di Saturno.

fontana di saturno trapani
© stock.adobe

 

Venne costruita nel 1342 per volere della famiglia Chiaramonte, i signori della città, ed è stata tra le prime fontane a distribuire l’acqua nel centro abitato attraverso un acquedotto ad archi, di cui purtroppo non restano tracce, collegato al Monte Erice. Nel secolo XVIII, la fontana assunse un aspetto barocco e fu arricchita con la statua di Saturno, che secondo la mitologia è il fondatore di Trapani.

Cattedrale di San Lorenzo

La Cattedrale di San Lorenzo, situata in pieno centro storico in Corso Vittorio Emanuele, venne costruita per volere del re d’Aragona Alfonso V d’Aragona, detto il Magnanimo, nel 1421.

cattedrale di san lorenzo a trapani
© stock.adobe

 

L’edificio attuale però è frutto di varie ricostruzioni e rielaborazioni tra il Settecento e l’Ottocento fatte su progetto di Giovanni Biagio Amico, in stile barocco e neoclassico. Nel 1844, nacque la diocesi di Trapani per volere di Papa Gregorio XVI e la chiesa di San Lorenzo divenne la sede vescovile e cattedrale.

L’edificio presenta un pronao a tre archi a tutto sesto mentre l’interno, a croce latina e diviso in tre navate tramite delle colonne tuscaniche, culmina con un’elegante abside decorato.

 

Bastione Conca

Percorrendo Via Torre Anversa, raggiungerete un tratto di mura chiamate Mura Tramontana, dove potrete passeggiare godendovi la brezza marina e ammirando tutta la costa trapanese. Le Mura vi condurranno al Bastione Conca, costruito per permettere un maggior controllo delle coste.

© stock.adobe

 

Le Saline

Il vero tesoro di Trapani è la Riserva Naturale Orientata delle Saline di Trapani e Paceco. Purtroppo non è facile da raggiungere: in macchina, partendo dal porto di Trapani in via Ammiraglio Staiti, prendere via Virgilio e proseguire per la via Libica quindi continuare per 4 km fino al punto di arrivo.

le saline trapani
© stock.adobe

 

Se invece volete raggiungerla con i mezzi pubblici, dovrete prendere la linea “31Nero” della compagnia ATM, che purtroppo sono poco frequenti. Un’alternativa è raggiungere le Saline di Trapani e Paceco in bici, che potrete noleggiare per tutto il giorno a 8€ invece 5€ per mezza giornata, 4/5h. Dovrete percorrere la zona industriale e, una volta arrivati in via Libica, proseguire sulla pista ciclabile.

 

Come arrivare a Trapani?

In aereo + autobus o taxi: Trapani è facilmente collegata con le città italiane tramite l’aeroporto “Vincenzo Florio”, dove i voli sono gestiti dalle compagnie Ryanair e Alitalia. La compagnia AST permette il collegamento via bus dell’aeroporto fino alla zona porta, percorrendo un tragitto di 40 minuti. Il bus effettua una sola fermata intermedia a Paceco. Il costo del biglietto di sola andata è di 4.90 € e il biglietto deve essere acquistato prima di salire a bordo grazie alle biglietterie self service.

Dato che non è presente un collegamento ferroviario, è possibile raggiungere il centro di Trapani in taxi. La tariffa fissa è di 30 € ma è sempre bene chiedere all’autista se l’indirizzo di destinazione rientra nella tariffa fissa.

In auto: per gli auto muniti, la città è collegata a Palermo e con i territori interni grazie all’Autostrada A29, mentre la S.S. 115 la collega a Siracusa passando per Agrigento, Gela e Ragusa.

 

Hotel e b&b a Trapani

La Gancia: situato a pochi minuti da una piccola spiaggia poco affollata, ma molto vicino al cuore storico di Trapani, La Gancia è un hotel altamente raccomandato. È uno degli stabilimenti più belli di Trapani, con 4 stelle lusso e l’accoglienza è calorosa. Le camere sono spaziose, decorate e progettate in uno stile contemporaneo. Una sala fitness e un solarium completano l’ambiente. La colazione, con dolci invitanti, è servita sulla terrazza, di fronte al mare. Un luogo altrettanto privilegiato per godere di un magnifico tramonto.

Ai lumi B&B: nel cuore di Trapani in una casa del XVIII secolo, si trova questo meraviglioso B&B. Da notare la nobiltà dell’edificio e la ricchezza dei mosaici sui pavimenti delle camere e del soggiorno. Ogni camera è decorata in modo diverso (TV, aria condizionata, wifi), ma sempre in armonia con il resto. Il proprietario possiede il ristorante omonimo, molto famoso, che offre pesce su un piatto da scegliere. La colazione è di alta qualità, con prodotti naturali. Ci sono anche appartamenti in affitto.

B&B Il Casolare nelle Saline: immerso nel mezzo delle saline di Trapani, a 5 km dalle spiagge e a due passi dalle oasi naturali di Nubia e Paceco, questo B&B è molto accogliente. Grande terrazza nel giardino, camere confortevoli e favolose colazioni fatte in casa. I mulini a vento, gli uccelli migratori e il monte Erice rendono questo scenario indimenticabile. Le notti sono riposanti e tranquille. E quando ci si sveglia, la colazione è veramente sontuosa. Parcheggio, wifi, cucina disponibile.


Vi potrebbe interessare…

L’isola di Favignana, uno spettacolo da scoprire in Sicilia

isola-favignana-sicilia

CONDIVIDI SU:

Guarda anche...



Guarda anche...

Trova Offerte Hotel