Menu Chiudi
Posted in In Italia

Cosa vedere e fare al lago d’Iseo… tra natura, storia e buon vino

lago d'iseo
CONDIVIDI SU:

Mettete insieme un buon bicchiere di bollicine, un lago dall’atmosfera romantica e, al suo centro, l’isola lacustre più grande d’Europa. Tutto questo, e non solo, è il Lago d’Iseo. Scoprite cosa vedere e fare al lago e nei dintorni.

Il Lago d’Iseo è un bacino d’origine glaciale che si estende su una superficie di circa 61  chilometri quadrati. Le sue acque, contornate da un ambiente dove l’uomo sembra essersi adeguato alla sua presenza, senza stravolgerne l’essenza, sono alimentate dal fiume Oglio, e vanno ad avvolgere le 3 isole che ospita: Monte Isola (conosciuta come l’isola lacustre più grande d’Europa), l’Isola di Loreto e l’Isola di San Paolo.

 


Cosa vedere al Lago d’Iseo?

Lovere

Arrivando al Lago d’Iseo, vi consigliamo di fermarvi a Lovere, un piccolo borgo dalle origini medievali. Questo paesino d’altri tempi si caratterizza per le sue stradine affusolate tra gli scorci pittoreschi delle sue punte, e per un lungo lago davvero mozzafiato.

© stock.adobe

 

Oltre alle camminate nella natura, questo borgo merita una sosta anche per la sua Accademia di belle Arti Tadini, dove sono conservate, insieme ad altri pezzi d’arte dal valore inestimabile, anche alcune opere di Antonio Canova.


© stock.adobe

 

Monte Isola

Avete scelto il Lago d’Iseo per estraniarvi dalla quotidianità dei rumori di marmitte e clacson? Allora non potete perdervi una visita a Monte Isola che, con il suo perimetro di 9 chilometri, vi regalerà momenti di assoluto relax grazie alla totale assenza di mezzi di trasporto.


© stock.adobe

 

Per raggiungere l’Isola potete servirvi dei traghetti disponibili in riva al Lago d’Iseo; una volta arrivati, potrete decidere di incamminarvi per costeggiare il perimetro dell’Isola, gustandovi le bellezze della sua natura incontaminata; in alternativa, potrete incamminarvi verso l’entroterra dell’Isola, dove vi consigliamo di sostare almeno in 2 punti.

Il primo, è il Santuario della Madonna della Ceriola, situato sulla cima dell’Isola: un posto ricco di storia, dove cristianità e paganesimo sembrano fondersi con spettacolare maestria; certo, arrivare a piedi alla sommità dell’Isola per raggiungere il Santuario sarà impegnativo, ma vi assicuriamo che una volta alzato lo sguardo riacquisterete tutte le energie perse, alla vista dello spettacolare panorama del Lago!


© stock.adobe

 

Il secondo irrinunciabile punto di sosta su Monte Isola è la Rocca Oldofredi-Martinengo, una residenza fortificata costruita con lo scopo di tenere sotto controllo l’intero territorio del Lago d’Iseo; sebbene l’interno del castello non sia visitabile, siamo certi che la vista della sua singolare struttura esterna e dell’ambiente in cui è immerso vi soddisferà appieno, regalandovi degli scorci indimenticabili.

© stock.adobe

 

Le Piramidi di terra

Durante il vostro soggiorno al lago d’Iseo, vi consigliamo di non perdervi una visita alle suggestive Piramidi di terra, situate nel Comune di Zone, poco lontano dalla strada che costeggia il Lago. Si tratta di particolari piramidi di roccia sorte negli anni attraverso la forza erosiva dell’acqua, che arrivano fino ad un’altezza di 30 metri.

© stock.adobe

 


Per la loro singolare conformazione, queste imponenti strutture di pietra sono note anche con il nome di “camini delle fate” o di “fate dei boschi”, suggerendo così l’idea di quanto percorrere il sentiero strutturato intorno a questa riserva naturale saprà trasportarvi in un mondo fiabesco.

 

Le Torbiere del Sebino

Sul versante meridionale del lago poi, vi suggeriamo di fare una sosta presso le Torbiere del Sebino, una riserva naturale in cui grossi canneti si alternano a specchi d’acqua dall’aspetto fatato, dando ospitalità a particolari specie di uccelli migratori che vi nidificano indisturbati, ignari dello sguardo attento degli amanti del birdwatching che, muniti di binocolo, potranno catturare suggestive immagini di fauna selvatica.

© stock.adobe

 

Oltre all’attenzione per il mondo dei volatili, le Torbiere d’Iseo sono anche luogo eccezionale per la conservazione dell’ecosistema di diversi tipi di pesci, piante acquatiche e mammiferi che vi suggeriamo di ammirare grazie alla presenza di un itinerario turistico ben organizzato.

 

Il Parco Gola del Tinazzo

Altrettanto ricco di bellezze naturali è il Parco Gola del Tinazzo, situato nei pressi del versante bergamasco del Lago d’Iseo; è costituito da due enormi pareti di roccia dell’altezza di oltre 40 metri, che fanno da cancello d’ingresso a una superficie di oltre 20000 metri quadrati, fatta di boschi umidi e ombrosi, capaci di offrire ricovero a caprioli, volpi, tassi, scoiattoli e rettili, ma anche ad animali meno conosciuti come la salamandra pezzata e il gambero di fiume.

© stock.adobe

 

Lago d’Iseo: le attività da non perdere

Le attività e le attrazioni proposte dal Lago d’Iseo risultano capaci di accontentare i gusti più disparati, offrendo divertimento, relax, cultura e contemplazione. Ma andiamo nel dettaglio, per scoprire cosa non dovete assolutamente perdervi durante il vostro soggiorno sul Lago.

Il vostro soggiorno al Lago d’Iseo potrà essere arricchito dalle numerose attività escursionistiche, dal trekking alla mountain bike, passando per la vela e il windsurf. E se allo sport prediligete il relax e la buona cucina, siete comunque nel posto giusto: nei piccoli borghi che contornano il Lago non mancano mercatini caratteristici con bancarelle che vanno dall’artigianato ai prodotti tipici locali.

Numerosi sono anche i ristorantini e i locali dove potrete avventurarvi in esperienze enogastronomiche dal sapore unico; se sceglierete il mese di luglio per il vostro soggiorno, non perdetevi la settimana della tinca, in cui tutti i ristorantini del lungolago delizieranno i turisti con la loro ricetta della tinca al forno, un pesce d’acqua dolce servito in genere insieme ad un buon piatto di polenta.

piatto tipico tinca al forno
© stock.adobe

 

E dopo un buon piatto di pesce, non c’è niente di meglio che un ottimo bicchiere di bollicine; il Lago d’Iseo si insedia nel territorio della Franciacorta, dove nasce uno degli spumanti più pregiati d’Italia, il Franciacorta DOCG, che potrete degustare direttamente in riva al Lago oppure presso una delle numerose cantine del territorio, che dispongono anche di punti vendita dedicati.

 

Dove si trova il lago d’Iseo?

Collocato ai piedi delle Prealpi, il Lago d’Iseo è incastonato tra le province lombarde di Bergamo e Brescia, a ridosso delle colline della Franciacorta.

 

Come arrivare al Lago d’Iseo

Raggiungere il Lago d’Iseo è facile con qualsiasi mezzo di trasporto scegliate di viaggiare.

In auto: partendo dall’A1 Milano – Napoli, dall’A21 Torino – Piacenza, dall’A22 Modena – Brennero o dall’A35 Milano – Brescia potrete imboccare l’arteria A4 Torino – Trieste e seguire le indicazioni per il Lago d’Iseo.

In treno: potrete raggiungere le stazioni di Brescia, Milano e Verona attraverso qualsiasi tratta ferroviaria italiana ed europea. Da qui potrete proseguire con gli autobus che collegano queste città al territorio del Lago.

In aereo: potrete raggiungere il Lago d’Iseo giungendo all’aeroporto Bergamo Orio al Serio “Caravaggio”, che dista circa 30 km dal Lago. In alternativa, potrete arrivare all’aeroporto di Milano Linate o Milano Malpensa e da qui proseguire in treno o in autobus per Bergamo o Brescia. Una valida alternativa è giungere all’aeroporto “Valerio Catullo” di Verona, per poi proseguire in treno o attraverso uno dei servizi di noleggio auto disponibili in aeroporto.


Vi potrebbe interessare…

Tour delle Isole Borromee sul Lago Maggiore

isole-borromee

CONDIVIDI SU:

Guarda anche...



Guarda anche...