Menu Chiudi
Posted in In Italia

Castello di Gropparello: alla scoperta del parco delle Fiabe vicino Piacenza

CONDIVIDI SU:

Situato in Emilia Romagna, in provincia di Piacenza, il castello di Gropparello si trova nell’omonimo comune. È una rocca fortificata che ha l’aspetto di un castello delle fiabe.

 

Castello di Gropparello: un po’ di storia…

Il Castello di Gropparello viene edificato in epoca carolingia nel luogo in cui sorgeva un antico “castrum” romano risalente al III o II secolo a.C. Da un documento datato 810, infatti, risulta la concessione del luogo in feudo dall’Imperatore Carlo Magno a Giuliano II, all’epoca Vescovo di Piacenza.

Durante il periodo delle lotte contro i Ghibellini, il Castello di Gropparello appartiene ai Guelfi e, all’inizio del Trecento è di proprietà dei Fulgosio, famiglia guelfa. Nel 1599 è dato a Marcantonio Anguissola, con il titolo ereditario di “Conte di Gropparello” dal signore di Parma e Piacenza Ranuccio I Farnese.


Alla morte dell’ultimo degli Anguissola, Gaetano, nel 1848, il Castello di Gropparello viene messo in vendita e cade quasi in stato di abbandono. Acquistato dal Conte Ludovico Marazzani Visconti Terzi nel 1869, viene restaurato da Camillo Guidotti, architetto del luogo.

Durante il ‘900 si susseguono vari proprietari fino ad arrivare, nel 1974, alla famiglia Gibelli, che ancora oggi ne è proprietaria e che ne ha fatto la propria residenza, oltre a metterlo a disposizione di tutti coloro che vogliono visitarlo.

castello di gropparello

 


Al Castello di Gropparello è legata la leggenda di Rosania Fulgosio secondo la quale, alla fine del 1200, il castello è attaccato da Lancillotto Anguissola, innamorato di Rosania (sposa di Pietrone) e contrastato dalla sua famiglia.

Dopo il trionfo di Lancillotto, Rosania, per evitare le rappresaglie contro i vinti, si concede a lui, tradendo i suoi doveri di sposa. Quando Lancillotto parte per alcune imprese militari, torna Pietrone che programma la vendetta nei confronti della moglie.

Con la scusa di costruire un nascondiglio sicuro, fa scavare, sotto le fondamenta del castello, un antro nella roccia e, allontanati tutti i testimoni, addormenta la moglie con del vino drogato e la richiude nel nascondiglio, murandone l’ingresso.

Rosania muore in questo modo e il suo spirito resta legato a questo luogo, manifestandosi con lamenti e gemiti di tanto in tanto. Qualche visitatore dice, addirittura, di averla vista apparire in abito bianco e poi svanire improvvisamente.


 

Castello di Gropparello: cosa fare al parco delle Fiabe

Il Castello di Gropparello è visitabile tutto l’anno tramite numerosi percorsi guidati. Ciò che attira la maggior parte dei visitatori, in particolare le famiglie con bambini, è la visita al Parco delle Fiabe, che si estende su una superficie di 20 ettari e si rivela perfetto anche per passeggiate e pic-nic.

Si tratta del primo parco emotivo d’Italia, chiamato così grazie alla magica atmosfera che emana. Durante le visite, infatti, vengono organizzate rievocazioni storiche con creature fantastiche e cavalieri, facendo vivere una vera e propria fiaba ai visitatori.

 

Gli animatori del Castello di Gropparello accompagnano i bambini in un percorso magico, fatto di dame, cavalieri, folletti, elfi e tutti i personaggi delle fiabe. I cattivi minacciano la pace del Regno e il Cavaliere Bianco chiede ai bambini, trasformati in cavalieri con armature, elmi e spade, di aiutarlo a sconfiggerli. Alla fine, i bambini ricevono il titolo di Cavalieri del Castello di Gropparello.

 


Durante i vari periodi dell’anno, poi, si svolgono eventi differenti come, ad esempio, le Giornate Fantastiche al Castello, durante le quali i bambini devono trovare l’Uovo del Drago durante una visita alla struttura.

Sul sito ufficiale del Castello di Gropparello, è sempre possibile trovare l’elenco aggiornato delle attività prenotabili nei vari periodi dell’anno.

 

Dove si trova il Castello di Gropparello?

Il Castello di Gropparello si trova nel comune omonimo, in Emilia Romagna e fa parte della provincia di Piacenza, città dalla quale dista circa 27 km. È immerso nella Val Vezzeno, su uno sperone roccioso a strapiombo sul torrente Vezzeno. La zona circostante è dominato da boschi, colline e verdi prati.

Il modo più comodo per raggiungere il Castello di Gropparello è l’auto. All’esterno del cancello, inoltre, è presente un parcheggio molto grande. La distanza dalle città più vicine è di circa 30 minuti da Piacenza e circa un’ora e mezza da Milano.

In alternativa, potete arrivare in treno alla stazione di Piacenza e, da lì, prendere uno degli autobus che, in un’ora, vi condurrà direttamente all’entrata del Castello di Gropparello. Ci sono 6 corse giornaliere, delle quali 3 in andata e 3 in ritorno.

 

Castello di Gropparello: orari e prezzi

Se avete intenzione di programmare una visita al Castello di Gropparello, ecco tutte le informazioni che vi servono. Il Castello è aperto sempre durante l’anno, ma gli orari possono variare a seconda dei singoli eventi, ragion per cui vi consigliamo di consultare il sito e prenotare l’evento che preferite.

Le visite guidate si svolgono:

  • dal lunedì al venerdì alle 16;
  • il sabato alle 11.30 e alle 16;
  • la domenica e i giorni festivi alle 10.30 e alle 16.

Le attività per bambini al Parco delle Fiabe iniziano alle 9.30, terminano alle 17 e includono la visita al Parco, il tour guidato del castello specifico per i bambini e un’avventura per tutti in costume medievale.

Per quanto riguarda i prezzi, sono i seguenti:

  • visita guidata al Castello: 10€ (+ 1,50€ di prevendita);
  • parco delle Fiabe: 24€ per gli adulti e 20€ per i bambini

A seconda del giorno scelto e del periodo dell’anno, poi, i prezzi degli eventi variano e vi consigliamo di verificarli direttamente sul sito ufficiale del Castello di Gropparello.

 

foto | © stock.adobe


Vi potrebbe interessare…

Il giardino dei Tarocchi, un posto meraviglioso da scoprire in famiglia: orari e prezzi

CONDIVIDI SU:

Guarda anche...



Guarda anche...

Trova Offerte Hotel