Menu Chiudi
Posted in In Italia

Il lago di Tovel, gioiello delle Dolomiti

lago-di-tovel

Il lago di Tovel, situato nelle Dolomiti di Brenta, domina l’omonima valle e si trova in un paesaggio di una bellezza mozzafiato. Questo luogo ci permette di respirare un’atmosfera unica e, naturalmente, offre la possibilità di fare piacevoli escursioni.

 


Il lago di Tovel, il più grande lago naturale in Val di Non

Il lago di Tovel è il più grande lago naturale in quota e con la maggiore quantità di acqua di tutto il Nord Italia con i suoi 370 mila metri quadrati. Le sue acque sono di una trasparenza incredibile e quando sono calme, le montagne e lo splendido scenario circostante si riflettono su di esse regalando immagini indelebili.

lago-di-tovel1
© stock.adobe.com

Il lago di Tovel è anche conosciuto come il Lago degli Orsi visto la numerosa presenza di orsi bruni che solitamente passeggiano, cacciano, e riposano lungo le sue sponde.

Famoso è il sentiero che si può percorrere lungo tutto il lago: un percorso di circa un’ora e mezza immerso tra gli abeti secolari che circondano il lago, dove spesso si incontrano gli animali tipici della fauna del posto. Gli amanti del trekking non saranno delusi!


 

Il mistero del lago rosso

Il lago di Tovel è noto soprattutto per il colore rosso delle sue acque, che fanno di questo lago un sito naturale unico nel suo genere. Questo fenomeno, apparso per l’ultima volta nel 1964, si è interrotto a causa del deterioramento dell’equilibrio biologico del lago. Lo spettacolo era davvero suggestivo e intorno alle origini del fenomeno, nacquero nel corso dei secoli molte storie e leggende. La più famosa di tutte è la leggenda della Regina Tresenga. 


Ma questo fenomeno ha una spiegazione scientifica. Fino a qualche tempo fa, si credeva che all’origine dell’arrossamento delle acque del lago vi fosse la presenza di un’alga, il Glenodinium sanguineum. Quest’alga, che contiene nel plasma sostanze oleose colorate da pigmenti carotenoidi, avrebbe tinto il lago di color rosso nel periodo estivo.

Recentemente, l’Istituto Agrario di S. Michele all’Adige ha tuttavia scoperto che l’arrossamento del lago di Tovel non era dovuto al Glenodinium, ma ad altre tre specie di alghe: la Tovellia sanguinea (specie “rossa”, presente oggi in minima quantità), la Baldinia anauniensis (specie “verde” presente oggi in massicce quantità, da cui deriva il tipico colore odierno del lago) e una terza alga la cui identità è attualmente in fase di ricerca.

 


Come arrivare al lago di Tovel?

Il lago di Tovel e il parco Naturale Adamello Brenta si trovano a circa 12 km dal paese di Tuenno. Per arrivarci, basta prendere da Tuenno la SP14 che attraversa tutta la Val di Tovel fino al lago. In estate, è possibile raggiungere il lago anche grazie al servizio navetta messo a disposizione dalla gestione del Parco Adamello-Brenta, che da Tuenno conducono direttamente al Lago.

Il lago può essere raggiunto anche a piedi risalendo la Val di Tovel. Dalla SP 14 imboccate il sentiero delle Glare che risale tutta la valle fino ad arrivare al Lago di Tovel.


Guarda anche...


Guarda anche...